Nuove tecniche ringiovanimento viso

la medicina estetica ormai ha fatto passi da gigante, e sempre più, prova a sfornare nuove tecniche per il ringiovanimento del viso. sembrano ormai lontane anni luce le cicatrici dietro le orecchie e la pelle tirata in modo innaturale, segni che alla vista, facevano pensare inequivocabilmente ad un trattamento di chirurgia estetica.

Mivel la tecnica senza cicatrici visibili *

Minimal Incisions Vertical Endoscopic Lifting, questo significa letteralmente Mivel, l’acronimo della nuova tecnica per il ringiovanimento del volto, messa a punto da due chirurghi plastici bolognesi.

In questo metodo di chirurgia estetica, vengono eseguite sono delle piccolissime incisioni nascoste tra l’attaccatura dei capelli. Oltre ad essere praticamente invisibile la cicatrice, questa innovativa tecnica ha il vantaggio nei tempi di recupero. Questo è dovuto proprio alle dimensioni ridottissime delle cicatrici, che per dimensione, riescono a cicatrizzarsi e scomparire in tempi molto più brevi delle avltre tecniche di chirurgia estetica.

Tecnica biofonica *

Grazie all’utilizzo di una lampada multi-led e un gel fotoconvertitore, questa tecnica riesce a produrre una luce fluorescente che stimola la pelle ad autoripararsi in modo naturale. Ciò avviene, grazie all’aumento di produzione del collagene che porta alla riduzione dei pori della cute, la riduzione delle rughe e si dice che elimini anche i segni di vecchie cicatrici.

Needling e gli aghi riparatori *

L’azione è simile a quella di un dermaroller casalingo, ma in modo più profondo quindi più efficace. Durante la seduta degli aghi minuscoli penetrano nel derma, stimolando le cellule e inducendole a produrre collagene ed elastina. Questo “trauma” controllato favorisce la rigenerazione dei tessuti creando anche dei micro canali utili alla penetrazione transcutanea di principi attivi, rendendo il needling adatto anche a trattare problemi come iperpigmentazione e alopecia.

Leave a Reply